MINI GRAND TOUR

Tra la metà del ‘700 fino ai primi del ‘900, la zona di Albano-Ariccia-Lago di Nemi costituiva una tappa obbligata per tutti i viaggiatori, artisti letterati e pittori, uomini e donne che visitavano l’Italia (da Charles-Louis Montesquieu a Wolfgang Goethe, da Cornelia Knight a Henry James, da Claude Lorrain a Claude Joseph Vernet, da Thomas Jones a William Turner)

Negli ultimi anni con l’aiuto di amici abbiamo cominciato un progetto denominato Mini Grand Tour raccogliendo materiali relativi alle esperienze di questi viaggiatori e tenendo dei seminari. Il risultato di questo lavoro è stato pubblicato in italiano e in inglese ed è accessibile gratuitamente sia in forma di ebook che in formato pdf ai seguenti link:

Il Grand Tour nei Colli Albani

The Grand Tour in the Colli Albani

Esempio di programma

Venerdì
11.00-13.00 Arrivo tarda mattinata:
13.00-14.00 Pranzo al Villino
15.00-16.30 Visita del Villino Volterra e del giardino. Visione del documentario: l’eredità di Vito Volterra
17.00 -19.30 Workshop di cucina con Flavia Pantaleo e preparazione della cena
19.30-20.30 Cena
21.00- 22.00 Presentazione di testi e immagini del Grand Tour in preparazione della visita al lago di Nemi

Sabato
8.00-9.00 Prima Colazione al Villino
Tour 1 (curato da Castelli Romani Green Tour):
9.30-12.30 Lago di Nemi, Bosco Sacro, Museo delle Navi, Palazzo e Parco Cesarini Sforza a Genzano
13.00- 14.30 Pranzo leggero con vista lago
15.00-16.30 Albano: teatro romano e cisterne
17.00-19.30 Workshop di cucina con Flavia Pantaleo e preparazione della cena
19.30-20.30 Cena
21.00-22.00 Presentazione di testi e immagini del Grand Tour in preparazione della visita ad Ariccia e Palazzo Chigi (con musica?)

Domenica
8.00-9.00 Prima Colazione al Villino
Tour 2 (curato da Palazzo Chigi)
9.30 – 12.30 Ariccia, Palazzo e Parco Chigi, Locanda Martorelli, Piazza e Chiesa
13.00- 14.30 Pranzo al Villino
Pomeriggio: partenza.

Alcuni dei trasferimenti previsti nella zona potranno svolgersi, a scelta dei partecipanti, in minibus o a piedi.

(se avete problemi per visionare l’ebook potete leggere questa guida)

Nel primo contributo, Marisa Dalai, storia dell’arte e professore emerito dell’Università di Roma, Sapienza, offre un’introduzione generale sul tema del Grand Tour in Italia descrivendo i mutamenti avvenuti nel corso dei secoli. Il contributo si concentra sulle fonti letterarie e visive che permettono di ricostruirne le caratteristiche, dai diari di viaggio alle guide, alle mappe, con particolare riferimento all’area dei Colli Albani.

Il secondo contributo di Sara Scarselletta, archeologa e guida turistica, descrive mete, motivazioni e modalità del viaggio prestando attenzione ai mezzi di trasporto utilizzati dai viaggiatori e alla loro trasformazione nel corso del tempo. Viene sottolineata l’attenzione prestata dai viaggiatori agli usi e ai costumi della popolazione locale.

Il contributo di M. Vittoria Giuliani, psicologa ambientale e ricercatrice, attualmente in pensione, presso l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione, mette in luce le differenze di valutazione sul viaggio, il paesaggio, i paesi e i prodotti dei Colli Albani. Collega le diverse vedute non solo ai cambiamenti storici ma anche agli atteggiamenti, alla mentalità e al background culturale degli autori.

Il contributo successivo di Roberta Londi, anglista e coordinatrice del Programma in Italia della Auburn University per interlinea Group, approfondisce le figure degli scrittori di cultura anglosassone che hanno visitato la zona dei Colli Albani dal periodo romantico alla prima guerra mondiale.

L’ultimo contributo, a cura di Francesco Petrucci, architetto e Conservatore di Palazzo Chigi, si focalizza sui dipinti realizzati da vari artisti nella zona dei Colli Albani. Un’attenzione particolare è rivolta alla pittura “en plain air” che si è sviluppata intorno ad Ariccia e alla descrizione della zona da parte degli stessi artisti.

Da sinistra a destra: Marisa Dalai, Sara Scarselletta, Vittoria Giuliani, Virginia Volterra, Roberta Londi

L’esperienza di questo progetto e poi la realizzazione del volume ci ha dato negli ultimi anni la possibilità di condurre i nostri amici e ospiti del Villino a ripercorrere le strade battute dai Grand Tourist ammirando le vedute da loro mirabilmente ritratte e rileggendo insieme alcune delle loro descrizioni più significative.

Ci auguriamo che anche altri visitatori possano provare esperienze simili e apprezzare il passato confrontandolo nello stesso tempo con ciò che il presente è in grado ancora di offrirci.

Gli spazi del Villino sono a disposizione per offrire seminari approfonditi su questi temi tenuti da alcune delle autrici dei contributi e potranno essere focalizzati su specifici argomenti quali ad esempio: Paesaggi e Abitanti, Resti archeologici, Donne viaggiatrici.

Per maggiori informazioni, contatti, prenotazioni scrivere a:
info@villinovolterra.it

TEAM

Il progetto è stato ideato con un gruppo di amici in collaborazione con:

–       Palazzo Chigi
–       Associazione Castelli Romani Green Tour
–       Elena Alleva, paesaggista;
–       Caterina Cardona, storica dell’arte;
–       Marisa Dalai, storica dell’arte;
–       Franco Di Felice, cultore di storia locale;
–       M. Vittoria Giuliani, psicologa ambientale;
–       Monica Incisa, artista;
–       Carrol Mortera, anglista;
–       Francesco Petrucci, architetto, conservatore di Palazzo Chigi;
–       Gianna Petrucci, fotografa;
–       Iole Pippo, francesista;
–       Roberta Londi, anglista;
–       Virginio Melaranci, architetto;
–       Sara Scarselletta, archeologa e guida turistica;
–       Katrin Tenenbaum, filosofa e germanista;
–       Roberta Tortorici, romanista e francesista;
–       Anna Valeria Visalberghi, slavista;
–       Virginia Volterra, psicolinguista e organizzatrice.

A seconda della lingua prescelta dal gruppo di visitatori, più persone verranno coinvolte nell’accoglienza e conduzione del gruppo.